Piramide Finanziaria o Network Marketing

DIFFERENZE TRA PIRAMIDE FINANZIARIA E NETWORK MARKETING

Network marketing o schema ponzi

 

Può succedere durante il reclutamento che…

Potrebbe succedere, durante le normali “operazioni di reclutamento” che qualcuno ti dica che la nostra attività sia illegale, che si tratti di una truffa, o che sia solamente uno schema piramidale… Hai presente vero?

Bene! Ci sono tanti modi per occuparsene e spesso può valere la pena farlo! Visto che per lo più, queste affermazioni “incriminanti” sono proferite a causa di ignoranza o ingenuità.

Altre volte non vale proprio la pena disquisire su questo punto. Quando a dirtelo sono persone che vogliono impedire il tuo avanzamento o il tuo successo, quando a parlare è la paura o l’invidia, lasciati guidare dalle sagge parole di Virgilio estratte dal canto III della Divina Commedia: “Fama di loro il mondo esser non lassa – misericordia e giustizia li sdegna – non ragioniam di lor, ma guarda e passa». 

 

Due differenze piuttosto sostanziali!

Chiaro vero? Bene! Ma se tu avessi di fronte qualcuno che merita di essere un po’ “illuminato” dovresti sapere almeno quello che trovi qui di seguito…

La prima e più ovvia differenza è che lo schema piramidale è illegale e rappresenta un reato punibile e perseguibile ai sensi della Legge 17 agosto 2005, n. 173. Il MLM, regolato dalla legge medesima è invece perfettamente lecito e legale!

 

Network marketing genuino

Definizione:
un metodo di vendita in cui un’azienda distribuisce un un prodotto tramite il propri clienti. I clienti vendono a persone che conoscono e poi danno formazione a quelle persone. Formazione per vendere il prodotto da soli e formare a loro volta altre persone. La persona originale guadagna denaro. Non solo dalle proprie vendite, ma anche da ciò che viene venduto dalle persone a cui ha dato corsi di formazione.
È anche conosciuto con l’acronimo MLM (Multi Level Marketing).

 

Come riconosco un Network Marketing legale e genuino?

Le caratteristiche comuni dei network marketing genuini e legali sono le seguenti:

  • nessuna quota di ingresso o quota di ingresso relativa all’acquisto di un prodotto o servizio;
  • nessuna provvigione o premio deve essere pagato alla persona che ha introdotto il nuovo aderente per il fatto di averlo introdotto o per avergli venduto qualcosa inerente la sua attività di MLM;
  • Le provvigioni sono pagate esclusivamente come contropartita di un lavoro svolto o di un prodotto effettivamente acquistato e pagato da clienti (i clienti possono essere gli stessi aderenti al sistema).

 

La Piramide Finanziaria illegale

Definizione:

La piramide finanziaria, o schema piramidale anche noto come schema Ponzi, è una truffa vestita da Multi Level Marketing. In questo schema, le persone che vi accedono devono pagare una quota di ingresso, spesso camuffata da investimento finanziario. La quota d’ingresso è talvolta anche piuttosto cospicua, altre piuttosto modesta. Il ritorno economico per l’aderente è fornito e alimentato solamente da una porzione delle quote prelevate dalle nuove persone che aderiscono al sistema. Non esiste un prodotto da veicolare o se esiste è una parte irrilevante dell’intero.

 

Come riconosco una piramide finanziaria illegale?

Le caratteristiche comuni alle piramidi finanziarie sono le seguenti:

  • alti guadagni in breve tempo (in proporzione all’investimento iniziale);
  • quota d’ingresso diversificata (più è alta la quota maggiori vantaggi vengono promessi);
  • nessun prodotto o prodotto basato su tessere associative, carte sconto o carte prepagate;
  • pagamento delle commissioni ai partecipanti impeccabile (fino a che il flusso di nuovi “investitori” è costante);
  • Un unica figura o azienda a cui i presunti “investimenti” vengono fatti gestire;

Inoltre, il fatturato riguardante l’eventuale prodotto, quando esistente, non eccede mai il 10% del volume di affari totale dell’azienda e spesso va dal 5 al 6%. Questa parte di fatturato, quando presente, serve in realtà a finanziare la truffa nella fase iniziale.

 

La piramide finanziaria nella storia

La prima piramide finanziaria di “successo”, documentata dalla storia, fu quella ideata da Charles Ponzi che arrivò a guadagnare 15 milioni di dollari (negli anni 20 del secolo scorso) mettendo in piedi questo sistema basato su quote da 2 dollari. Questa truffa ebbe un enorme “successo”, tanto da dare alla piramide finanziaria il nome di Schema Ponzi, sebbene questo metodo fosse già stato adottato da altri prima di lui.

La sua idea di investimento era l’acquisto di tagliandi internazionali di risposta, i francobolli internazionali prepagati. Li acquistava in valuta europea con tasso di cambio fisso e poi avrebbe riscosso l’equivalente in dollari americani, con un utile garantito dal tasso di cambio estremamente favorevole.

Gli aderenti pagavano la loro quota o le loro quote di ingresso, ma per accedere al cash-back avrebbero dovuto far entrare nello schema tre volte la quota con cui erano entrati. Faccio un esempio:

  • Carlo entra versando 5 quote da 2 dollari;
  • alla scadenza del cash-back Carlo non può ritirare il suo investimento ne la sua rendita;
  • Carlo ora presenta 3 persone che fanno il loro ingresso con 5 quote da 2 dollari ciascuno o una persona che accede con 15 quote da 2 dollari;
  • Carlo può finalmente ritirare il suo investimento e/o la sua rendita, oppure può reinvestire tutto o parte della rendita stessa;

È abbastanza evidente che, con la speranza di incrementare la rendita in modo esponenziale, in pochi ritirassero il loro investimento. Tuttavia, quando i nuovi investitori diventarono difficili da reperire il sistema crollò come un castello di carte, perché di quello si trattava.

 

Gli schemi piramidali moderni

Dopo la batosta impartita da Ponzi agli americani, si sono verificati moltissimi altri casi di truffa seguendo il suo “illuminato” esempio. Il caso più noto in Italia è stato negli anni 50, mai sentito del Caso Giuffrè?

Anche la Romania ricevette la sua parte di guai con oltre un miliardo di dollari truffati entro i suoi confini intorno al 1993. Forse hai sentito parlare dello scandalo Caritas? Bene era proprio quello!

Poi è toccato all’Albania dopo la caduta del regime comunista nel 1997. La nazione fu costellata da episodi basati sullo stesso infausto schema piramidale che distrusse più di un terzo dei capitali delle famiglie albanesi.

Infine, come dimenticare colui che ha portato lo schema piramidale a sublimare in “pura arte creativa”? Il mitico Bernard Madoff che, nel 2008, grazie a questo “simpaticissimo” stratagemma ha truffato banche e istituzioni finanziarie di tutto il mondo per la modica somma di 65 miliardi di dollari! E bravo Bernie!

 

5-15 Global Energy è genuina! Buona attività!